giovedì 14 novembre 2013

PARTITA A SCACCHI: turno 08

Buonsalve a tutti,
qui nell'antro dello shamano, la partita a scacchi procede alacremente, andiamo a curiosare a che punto siamo arrivati e cerchiamo di analizzare un poco la situazione che si è venuta a creare sul campo di battaglia.



Il bianco, il sottoscritto, ha spinto il suo elemento di truppa in e5. Un primo, piccolo, avamposto nel campo avversario. Ovviamente se tale punto di attacco rimarrà non supportato, da una manovra di un qualche tipo, che lo vada ad usare come punto di appoggio, sarà destinato a cadere. Occorrerà insomma, nel proseguio, con le prossime mosse, dare continuità allo sviluppo dei pedoni, magari con l'alfiere ed il cavallo, rispettivamente in c1 e b1, ancora fermi.
Il mio avversario si è preso la casella e4 con la sua cavalleria. Una casella centrale dalla quale il cavallo ha il massimo potenziale bellico a sua disposizione. Un imperativo per il sottoscritto, tenendo conto anche del fatto che il cavallo non è protetto da nessuno, è quello di toglierlo da quella casa, il prima possibile.

Possibili obbiettivi di attacchi della cavalleria nemica: pedone in f2, e nella roccaforte si apre una breccia, pedone in c3 e potrà attaccare la mia cavalleria e la mia regina, contando sulla copertura del pedone.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...