lunedì 4 novembre 2013

CAMPAGNA DI WARHAMMER: diario di Carydyan Fiammacangiante, XI, 450, 3, 54

Ciao a tutti quanti,
come ve la passate? Se seguite questo blog con un certa assiduità saprete che una delle mie passioni, che cerco di portare avanti senza farla diventare un'ossessione, sono i wargames; ed in particolare Warhammer. Saprete poi che sono un appassionato di giochi di ruolo e mi piace abbinare tra loro queste due passioni. Ecco perchè ho associato alla campagna di Warhammer, che porto avanti insieme a JimmyIlSignoreDeiRatti, il diario di Carydyan Fiammacangiante, il mago generale del mio esercito.
Mi piace poter dare uno spessore, seppur piccolo, alle partite a Warhammer,

Buona lettura



XI, 450, 3, 54
Tre giorni sono passati dall’ultimo scontro e non ho scritto una sola parola su questo diario. Ho dedicato tutto il tempo a riprendere le forse, a studiare le mappe del terreno intorno alla torre in rovina a metà strada tra l’Approdo di Ishatar e l’Avamposto di Yor, ed a leggere i rapporti degli scout sui movimenti degli Skaven nella zona. Ieri il giorno della battaglia è arrivato. Siamo partiti all’alba, molto presto, e siamo avanzati con rapidità lungo sentieri nella foresta. Il desiderio di vendicare la cocente sconfitta subita all’Approdo di Ishtar era grande nel cuore di tutti noi. Dal tempio della Fenice stanno mandano rinforzi, ma arriveranno solo tra diversi giorni. Dall’avamposto di Yor non possono essere staccate guarnigioni; non sappiamo se questi maledetti Skaven stanno tramando un altro attacco nella zona. Il nostro obbiettivo per la giornata di oggi era quello di fermare l’avanzata degli Skaven e tagliare la loro testa di ponte asserragliata alla torre.
La bruma del mattino attraversava il campo di battaglia avvolgendo le rovine rendendole ancora più spettrali di quanto non lo fossero già. Di tanto in tanto movimenti all’interno della torre venivano percepiti. Alzatosi il sole ad est ha illuminato il campo di battaglia e le urla degli Skaven si sono levati all’unissono quando è giunto sul campo l’Abominio del Pozzo Infernale. Non ci siamo fatti trovare impreparati. Quando la tromba di Asuryan ha intonato, squillante, l’avanzata, ci siamo mossi. Ogni unità conosceva a menadito il proprio compito, li abbiamo ripassati così tanto negli scorsi giorni.
Non hanno avuto scampo. Tanti di loro non hanno lasciato il campo di battaglia. Abbiamo ammucchiato le loro carcasse e abbiamo dato fuoco. Solo il fuoco può purificare quelle sozzure!
Sembra che il Veggente Grigio, che è sfuggito allo sterminio, abbia ordinato la ritirata verso il lago di Uqbar. Quel maledetto ratto, non sembra così stolto come pensavo. Sa bene che se prenderà la zona del lago, potrà accedere alla via del passo montano. Mi chiedo come ne sia venuto a conoscenza.
Un’altra fondamentale battaglia ci attende. Dobbiamo repingerli. Non possono prendere la via del passo montano che conduce al Tempio. Devono essere respinti ad ogni costo. Ad ogni costo!

Carydyan Fiammacangiante

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...