venerdì 31 gennaio 2014

CAMPAGNA DI WARHAMMER: le Isole Cangianti ribaltano tutto

Buon salve cari amici,
oggi vi scrivo perchè, qualche settimana orsono, il sottoscritto, ed il prode JimmySignoreDiTuttiIRatti, abbiamo finalmente terminato la nostra prima campagna a Warhammer. Sono dunque in ritardo nel parlarvene, e ve ne chiedo scusa. Entriamo subito nel merito di questo post e diciamo che: non ho intenzione di riproporre alcun riassunto della battaglia. Potete trovare un report più che dettagliato sul blog uOrGhEiMs - Una Passione In Miniatura, preparato da JimmySignoreDiTuttiIRatti. Questo il link per poter leggere il report completo: LINK REPORT COMPLETO.
Quello che vorrei cercare di proporre qui, quello che è l'obbiettivo di questo nuovo post è quello di cercare di analizzare insieme la battaglia, passo dopo passo, per...per annoiarvi!
D'accordo, spero di non annoiarvi, lo dicevo così tanto per dire, spero di fare con voi alcuni ragionamenti tattico-strategici che mi possano essere utili per future battaglie.

Iniziamo!
Campo di battaglia con le truppe schierate



Vorrei iniziare con voi quest'analisi partendo dalla posizione in cui si trovano i due eserciti all'inizio dello scontro, proprio subito dopo lo schieramento, lo trovate nella foto qui sotto:

Analisi della posizione della Balestra a ripetizione

Osservandola da vicino, mi sento di poter fare questa osservazione: non mi piace proprio la posizione in cui sono andato a schierare la Balista a Ripetizione - Artiglio dell'Aquila. Decisamente una posizione poco lungimirante da un punto di vista strategico. Provo a spiegarmi meglio: definisco debole la posizione strategica della balista perchè si ritrova con un ostacolo proprio sulla linea di tiro, che da una buonissima copertura ai miei avversari. Ovviamente sarebbe stato esattamente lo stesso schierarla sul lato opposto, anche lì una copertura (sebbene di minore efficacia, in quanto più stretta) ne avrebbe impedito una linea di vista ottimale. Vero è anche che schierata al centro si sarebbe ritrovata la Rovina Pietrafunesta proprio di fronte, ma in questo caso, avrebbe potuto dare man forte all'avanzata delle truppe su entrambi i lati della rovina, come riportato nell'immagine qui sotto.

Dovrò proprio fare attenzione a dove vado a schierare la Balista, altrimenti, il suo apporto allo scontro sarà inficiato fin dall'inizio. L'obbiettivo invece, dovrebbe essere quello di massimizzarlo.

Fase di movimento degli Elfi Alti - si sta analizzando il fianco sinistro del campo di battaglia

Veniamo ora all'altro punto che reputo sia stato cruciale nello scontro: siamo nel secondo turno della battaglia e mi sto riferendo alla mancata carica dei miei lancieri nei confronti dell'Abominio del Pozzo Infernale. Entriamo più nel dettaglio di questo evento. Penso di aver preparato bene il terreno per la carica. Sul lato sinistro del campo di battaglia ho fatto avanzare il Carro dei Leoni di Chrace, le Guardie della Fenice e i Lancieri. Il tutto è stato accompagnato anche dall'avanzata del mago a lfine di dare supporto con la fase magica. L'idea che avevo in testa era quella di attirare allo scoperto l'Abominio in modo da attaccarlo con più unità.

Fase di movimento degli Skaven - L'Abominio del Pozzo Infernale è a portata di carica...o almeno così pensavo!

Visto il movimento dell'Abominio ho pensato - è fatta! Ora ho la possibilità di caricarlo le Guardie della Fenice ed i Lancieri, mentre userò il Carro dei Leoni di Chrace per colpire l'unità di Ratti del Clan che sono nella retrovia -. Il piano mi sembra tatticamente ben congeniato, peccato che la componente "DADI" non sia stata dalla mia parte, ed ecco arrivare la mancata carica dei Lancieri. Questo ha comportato che le Guardie della Fenice si siano ritrovate da sole contro la macchina di morte che è l'Abominio, e sono stati spazzati via. Non voglio dire che con il supporto dei Lancieri sarebbe andata meglio, sicuramente, però, avrei fatto molti più attacchi...chissà! Cosa avrei potuto fare in alternativa? Avete qualche idea?

E dunque niente, dopo aver perso il primo scontro della campagna ed aver lasciato dilagare nel primo tratto dell'Isola del Sangue gli Skaven, sono riuscito ad arginarne la piena costringendoli a ripiegare verso le Isole Cangianti...e qui sono caduto!

Secondo il regolamento scritto per questa campagna ecco quello che è successo dopo la sconfitta degli Elfi Alti: il clan Schienargento riesce a direzionare i Venti della Magia contro gli Elfi Alti, distruggendoli completamente e conquistando l’Isola intera.
Roba da non credere...L'Isola del Sangue e la Pietra della Fenice, il potente artefatto qui nascosto sono in mano agli Skaven. Non avrò pace finchè l'artefatto elfico non tornerà ad Ulthuan!

Fatta questa breve analisi vi saluto, credo di avervi annoiati a sufficienza!

Al prossimo incontro!
LoShAmAnO





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...