mercoledì 30 ottobre 2013

CAMPAGNA DI WARHAMMER: battaglia alla torre in rovina

Buon giorno tutti amici dell'Antro dello Shamano,
oggi vi parlerò di una battaglia, una battaglia tra elfi alti (la fazione che ho comandato) e gli skaven, che si è svolta ieri sera e che rappresenta il secondo atto della campagna che io e il JimmySignoreDeiRatti stiamo combattendo per il controllo dell'Isola del Sangue.





Mi permetto di fare un passo indietro al fine di ricapitolare quanto successo nel primo scontro: ho perso! Il primo scontro della campagna, che si è svolto nelle terre subito alle spalle dell'Approdo di Ishtar, mi ha visto uscire da sconfitto. La mia armata di elfi alti ha dovuto ritirarsi nell'entroterra, garantendo un'avanzata indisturbata alle forze nemiche. Tanto indisturbata, che lo scenario giocato ieri sera, ha visto gli Skaven come padroni della torre in rovina all'inizio della partita.

Questo è stato lo scenario giocato:

SCENARIO 2: LA TORRE IN ROVINA

E’ ormai chiaro che gli Skaven stanno portando avanti un’ invasione dell’Isola!
E’ necessario che i due schieramenti impongano il proprio vantaggio: quale scenario migliore di una torre d’avvistamento che permetta di controllare il Tempio delle Fiamme?

Questo scenario segue tutte le regole de “LA TORRE DI GUARDIA” di pag.150 del Regolamento di Warhammer.

NOTA: ovviamente quella che segue è un'analisi strategico - tattica della partita giocata dagli elfi alti. Per un'analisi meno schierata, vi rimando al blog del progetto.


Lo scenario allestito:

Campo di battaglia visto dal fianco destro

Campo di battaglia visto dal fianco sinistro
Schieramento:
Lo scenario prevede che i due contendenti schierino in maniera alternata i loro pezzi. Tocca al sottoscritto. Sono molto curioso di dove il mio avversario andrà a schierare l'Abominio del Pozzo Infernale, a questo pezzo vorrei allineare i miei lancieri, che con i loro 20 attacchi (Prodezza Marziale + Lancia) penso possano dare del filo da torcere a quella bestiacca. Vorrei poi cercare di abbinare a questi una unità tra Maestri di Spada di Hoeth o Guardie della Fenice, come supporto. Le Guardie del mare, vorrei andassero all'assalto della torre, in quanto, se la prendessero, mi troverei con un'unità da tiro all'interno della torre, che non sarebbe per niente male. Detto quanto sopra, ho iniziato a schierare i Predoni di Ellyrion sul fianco sinistro, con l'idea di usarli per attacchi sul fianco e di supporto con il tiro. JimmySignoreDei Ratti schiera subito l'Abominio, proprio sul fianco sinistro. Procedo allora a collocare i Lancieri vicino alla collina del fianco sinistro. Fatto questo abbinamento, vengono schierati i Ratti del Clan sul mio fianco destro. Abbiano a questa unità avversaria le Guardie della Fenice, che spero sfruttino la loro aura di Paura per incutere timore, dato che l'unità non credo avrà una Disciplina molto alta. A questo punto schiero al centro del mio schieramento i Maestri di Spada di Hoeth e le Guardie della Fenice. Gli arcieri sulla collinetta sopraelevata ed infine il mago a supporto del fianco sinistro.
Ecco lo schieramento delle due armate

Schieramento degli elfi alti

I Maestri di spada ai piedi della torre. Nella posizione in cui sono, risultano pronti, sia per assaltare la torre sia per dirigersi sul fianco sinistro per dare supporto ai Lancieri, che ho intenzione di far impattare contro l'Abominio del Pozzo Infernale degli Skaven.

Le Guardie della Fenice, in lontananza, dietro le colonne, intravedono l'unità di Ratti del Clan. Il loro obbiettivo e di concentrarsi su di loro per poi puntare verso il centro del campo di battaglia.

Nel gruppo di Lancieri si fa un grosso vociare in merito all'obbiettivo che gli è stato assegnato e che vedono sullo sfondo.

Una visione dello schieramento degli elfi alti visto però da un'altra angolazione.

Questa è l'unità di Ratti del Clan a cui si è unito un'eroe con lo Stendardo della Battaglia che sono il bersaglio delle Guardie della Fenice. Ci troviamo sul lato destro del campo di battaglia ed i ratti sembrano appena usciti dalla miniera lì a fianco.

La sommità della torre è presidiata dall'alfiere dell'unità di Ratti del Clan che occupa e difende la torre

Il mio avversario sta completando lo schieramento degli Schiavi giusto dietro l'Abominio, penso per poterne usare la scia di devastazione che spera di evocare.

Il Veggente Grigio si trova al centro dello schieramento, posizione dalla quale controlla entrambe i lati del campo di battaglia e dalla quale, essendo un mago di livello 4, può evocare incantesimi con facilità.

Gli arcieri che si schierano sulla collina, inquadrano l'Abominio del Pozzo Infernale. La loro prima fase di tiro sarà determinante.

Come già dicevano, al centro dello schieramento: Maestri di Spada di Hoeth e Gaurdie del mare. Le Guardie del mare attaccheranno la torre, mentre i Maestri di spada di Hoeth andranno a supporto del fianco sinistro.
La mia prima fase di movimento ha semplicemente manifestato le mie intenzioni, nascoste dallo schieramento. Mi sono reso però conto di una cosa, non appena ho fatto avanzare i predoni con la regoal dell'Avanguardia. Gli si era aperto un corridoio obliquo verso il centro dello schiermento avversario e verso il Veggente Grigio. Una specie di autostrada che la mia cavalleria ha saputo usare prontamente.

Riassunto della mia prima fase di movimento. Partiamo dai Predoni di Ellyrion (in basso a sinistra): il primo movimento è il movimento dovuto alla regola dell'Avanguardia. Il secondo movimento è quello che, tagliando il campo di  battaglia, li porterà a minacciare il centro dello schieramento avversario ed in particolare il Veggente Grigo. Lancieri: piccola deviazione verso sinistra e poi si marcia, per attirare l'attenzione dell'Abominio.  Maestri di spada di Hoeth: replicano il movimento dei Lancieri, tenendosi leggermente più arretrati, perchè la loro forza verrà sprigionata (si spera) in un futuro attacco sul fianco. Il mago segue a ruota le sue due unità in quanto vuole dare man forte con la magia del fuoco il suo fianco sinistro. Le Guardie della Fenice: puntano dritte sui Ratti del Clan. Ultimi, ma non certo per importanza, dato che la vittoria dello scenario è racchiusa nel possesso della torre al termine della partira: le Guardie del mare lanciano il primo attacco all'edifico al centro del campo di battaglia.
Nella fase della magia, il mago sprigiona la forza della sfera del fuoco, con due attacchi a distanza, che iniziano a ferire l'abominio. 
La fase di tiro ha visto nuovamente la buona sorte sorridermi, una marea di frecce hanno colpito e ferito l'Abominio che è caduto a terra morto. O almeno così io credevo. Vi lascio con un poco di suspence. Tra poco saprete cosa è successo. I predoni di Ellyrion che possono tirare anche se hanno marciato, vanno a bersaglio sul Veggente Grigio.
Nella fase di combattimento solo le Guardie della Fenice sono ingaggiate contro i Ratti del Clan che presidiano la torre. Lo scontro mi vede uscire come il vincitore, ma i Ratti non cedono e non fuggono. Rimangono perciò asserragliati all'interno dell'edificio e le mie Guardie devono arretrare.

Bene, ora sono pronto per raccontarvi cosa è successo all'Abominio, e scoprirete anche voi perchè i suoi creatori gli hanno affibiato l'ulteriore estensione del nome "del Pozzo Infernale". Il tutto è racchiuso nell'immagine qui di seguito, dove il dado nero indica che il mostro non è morto ma ancora in vita (vedi regola Troppo Orribile per Morire) ed il dado bianco le ferite con il quale si risveglia.

Ebbene sì...torna in vita...tra l'altro avanzando verso i miei lancieri...con 5 ferite a disposizione
Nella propria fase, il mio avversario muoverà l'Abominio a contatto con i miei lancieri. Toglierà dalla linea di carica il proprio Veggente Grigio e riorganizzerà gli schiavi, per portarne il fronte in direzione dei Predoni di Ellyrion, il loro nuovo bersaglio.


L'Abominio è a contatto contro i Lancieri che subiranno alcune perdite, ma infliggeranno anche delle ferite al mostro.

Altra visuale dello scontro, in attesa che con il prossimo turno, i Maestri di Spada di Hoeth attacchino sul fianco dando un importante supporto.

Intanto il mio avversario aumenta di due tutti i tiri per colpire dei Ratti del Clan che stanno presidiando la torre rendendo più ostica l'impresa delle Guardie del Mare di prendere la torre

Viene attivato lo stendardo magico dell'altra unità di Ratti del Clan che penalizzerà fortemente la mia prossima fase di tiro.
Nella fase della magia, il mio mago disperde un suo incantesimo danno ma lascia passare quello di potenziamaneto dei Ratti del Clan che sono asserragliati nella torre.
Nella fase di tiro non succede nulla, gli Skaven non hanno truppe per il tiro.
Nella fase di combattimento i Lancieri resistono tutto sommato bene alla furia dell'Abominio del Pozzo Infernale.

Nel mio turno porto i Maestri di Spada in carica contro L'abominio sul fianco, tento di caricare con le Guardie della Fenice l'unità di Ratti del Clan, ma fallisco clamorosamente. In compenso, carico i Ratti del clan con i Predoni di Ellyrion. Ovviamente le Guardie del Mare tentano nuovamente l'assalto alla torre.

Operata questa fase di movimento, mi sono reso conto, che la mossa del turno precedente di infilare i Predoni di Ellyrion di traverso lungo il campo di battaglia si è rivelata una buona mossa.
Nella fase della magia il Veggente Grigio disperde il mio incantesimo.
Con la fase di tiro non posso fare nulla, sia il Veggente Grigio sia gli Schiavi sono fuori portata.
La fase di combattimento mi vede prevalere sia contro l'Abominio, che perlò non fugge dallo scontro, sia nell'assalto alla torre, dove anche qui, i Ratti del Clan non fuggono, sia contro l'unità dei Ratti del clan sul fianco destro...ed anche in questo caso i topastri non fuggono. 

Unico movimento che viene fatto dai ratti è quello di far avanzare gli Schiavi verso il fianco destro del campo di battaglia per andare a dare manforte.

Gli Schiavi abbandonano il loro Generale e si avventurano per dare manforte al fianco destro.
Nessuna fase di tiro per gli Skaven.
Nella fase della magia il mago elfo disperde il terremoto lanciato dal Veggente Grigio.
Nella fase di combattimento ancora scambio di colpi tra Abominio contro Lancieri e Maestri di Spada da un lato e Predoni di Ellyrion e Ratti del Clan dall'altra. I combattimenti volgono ancora a mio favore, ma il nemico non cede alla Fuga.

Gli unici due movimenti che eseguo in questa fase sono la carica delle Guardie della Fenice contro i Ratti del Clan, l'assalto da parte delle Guardie del mare alla torre, e lo spostamento del mago in una posione più aperta (verso il fianco sinistro).

Il movimento del mago lo si capirà nella successiva fase della magia che prenderà di mira l'unità di Schiavi in movimento

Fase della magia: il bersaglio sono gli schiavi. L'esplosione causata dal mago elfo è davvero grande...dell'unità di Schiavi ne rimangono pochi in vita...

Una grande eplosione...

...un grande mucchio di Ratti.

La fase di tiro è stata nuovamente inutile, tanto che ho deciso di far scendere gli Arcieri dalla loro posizione arroccata.
La fase di combattimento mi ha visto finalmente trionfare contro l'Abominio.

Quest'immagine ha tirato parecchio su il morale a miei elfi alti
Da qui in avanti non ho più foto dello scontro...troppa la foga di finire! Scusate!
Vi riassumo brevemente quanto successo...

Sbragliati i Ratti del Clan sul fianco destro, Predoni di Ellyrion e Guardie della Fenice si sono riorganizzate per fronteggiare lo sparuto numero di Schiavi in carica. Questi ultimi, infingardi, sono si stati sconfitti, ma nell'esserlo, sono riusciti, per una loro regola generale, a mettere in fuga sia i Predony di Ellyrion sia le statuarie Guardie della Fenice. Che però nel turno successivo sono state prontamente richiamate all'ordine.

Dei ratti del clan che presidiavano la torre è rimasto solo più il campione. Ultimo. Ostico e determinato a vender cara la pelle. Onore al merito a questo piccolo ratto che non ha potuto nulla contro i Maestri di Spada che hanno sostiuito le Guardie del Mare nel successivo assalto alla torre.

Vi lascio con queste due immagini...i Maestri di Spada alla conquista della torre...



Conquistata la torre i ratti si sono ritirati...

La vittoria dei miei piccoli elfi alti garantirà per il prossimo turno della partita il fatto che non dovrò seguire le particolari regole di schieramento di Scontro all'Albra, ma schiererò tutte le unità della mia armata sin da subito.

Sono stato molto soddisfatto dell'attenzione posta nelle varie fasi di movimento e di disposizione iniziale. Ammetto di aver avuto fortuna nella parte di lanco dei dadi, mentre il mio avversario mi è parso più sfortunato. Molto divertente la fase della magia da entramebe le parti con diversi incantesimi dispersi e lanciati, a volte anche con forza inarrestabile.

Al momento questa è stata la mia più attenta e bella partita a Warhammer!!!

Ed ora...andiamo un poco a studiare il prossimo scenario di battaglia: 

SCENARIO 3: UNA LUCE ROSSA
Gli Skaven, sconfitti dall’esercito elfico presso la vecchia torre di avvistamento, sono stati costretti a ritirarsi verso il lago Uqbar; intanto, l’esercito elfico si mette sulle loro tracce: il sole sorgerà rosso, questa mattina.

Questo scenario segue del tutto le regole di “Attacco all’alba”, di pag. 145 del Manuale di Warhammer.



Vado a studiare!

Al prossimo incontro.

LoShAmAnO

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...