venerdì 3 luglio 2015

DRAGONERO 25


uon salve a tutti quanti,
amici e visitatori dell'aNtRoDeLLoShAmAnO!
Come ve la passate? State tutti bene? Voi ed i vostri fumetti?

Appena letto in treno l' ultimo numero di Dragonero. 
Come dite? Se mi è piaciuto? Certo! Ma andiamo con calma.

Dragonero N° 25
La porta sul buio

Soggetto: Stefano Vietti
Sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Manolo Morrone e Gianluca Pagliarani
Copertina: Giuseppe Matteoni
Lettering: Marina Sanfelice





Giusto così tanto per dire...mi sembra ieri che il primo numero di Dragonero usciva in edicola, ed ora siamo già al 25. Come vole il tempo quando si leggono i fumetti!
Ma torniamo seri e partiamo dalla copertina di questo albo. La copertina non è male nella sua impostazione. I tentacoli del mostro vanno a formare una sorta di spirale al centro della quale l'attenzione del lettore è portata su Ian in posizione di combattimento. La colorazione l'ho trovata troppo esagerata verso la tonalità del rosso. Troppo carica. Un colore troppo sparato.  Ma queste sono le farneticazione di un vecchio shamano che ha preso troppo sole in testa, per cui non fateci caso.

Lo sviluppo della storia mi è piaciuto molto. Dapprima l’arrivo di Darya, un’ex messagero imperiale a Solian. Quattro parole intorno al tavolo e ci viene presentata la prima avventura di Ian e Gmor come scout imperiali. Avventura in cui conobbero Darya e fermarono i piani di una sorta di luresindo rinnegato che aveva aperto una porta verso un altro mondo da cui diversi demoni erano fuoriusciti. La storia però non finì allora. Qualcuno però ha rubatoi manoscritti del barone di Rewart (il luresindo folle) ed ha tentato nuovamente il rituale. Ecco il perché di Darya a Solian. Le tracce del rinnegato portano proprio a Solian, è ora di terminare questa storia una volta per tutte.

Oltre a questo breve riassunto della storia, che come vi ripeto è molto bella ed in cui scopriamo il “rituale” di iniziazione di Ian e Gmor al loro ingresso tra gli scout imperiali e da dove arrivi il cappello “caratteristico” (che personalmente non mi piace proprio) di Gmor vi segnalo davvero degli ottimi disegni nella prima ed ultima parte (che raccontano gli eventi presenti) che credo siano realizzati da Manolo Morrone. Mi sono piaciuti davvero tantissimo. Un ripasso a china leggero, ombreggiatura che ricordano e sembrano fatte a matita. Ottimo lavoro davvero!
Ed ora altre faccende mi chiamano....


...al prossimo incontro!
LoShAmAnO
PS:
Vi ricordo che tutte le recensioni e le mie opinioni fumettose le trovate anche sul blog dell'associazione Chinauti di cui faccio parte.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...