giovedì 27 marzo 2014

SOLDATINI DI PIOMBO

Buon salve a tutti quanti visitatori, più o meno occasionali, dell'Antro Dello Shamano,
spero questo nuovo post vi trovi bene, in salute e di buon umore. Quest'oggi vorrei parlarvi dei soldatini di piombo. Mi rendo perfettamente conto di essere anacronistico introducendo questo argomento, ma che volete farci, qui presso l'Antro Dello Shamano siamo a tratti nostalgici, a tratti fissati, a tratti nerd, a tratti fuori dal tempo e dallo spazio...tutto questo per dire che qui presso l'Antro Dello Shamano siamo strani!
Fatta questa premessa che lascia la mia coscienza in pace, in quando, ormai sono giustificato per ogni cosa che scriverò, iniziamo: nel maggio dell'anno scorso, ho avuto la fortuna di passare quindici giorni a Parigi, condividendo la cosa con colei con la quale ci eravamo appena sposati. Un'esperienza bellissima. Ma ovviamente non è questo il motivo di questo post. Delle varie giornate che abbiamo passato in questa incredibile città e che ci siamo organizzati di volta in volta, vorrei soffermarmi in particolare su di una.
Il racconto di oggi parte nella sera precedente a questa giornata, in quella serata sfogliando la guida turistica, per decidere cosa fare l'indomani, siamo capitati sulla descrizione di questo negozio (uso il plurale per eufemismo, sarebbe più corretto dire: "sono capitato  sulla descrizione di questo negozio e mia moglie, che è una santa e sopporta ed asseconda questo mio lato nerd, mi ha sorriso):




I miei occhi hanno brillato e nella giornata successiva, la giornata di cui vorrei parlavi, è iniziata l'avventura per scoprire, visitare, trovare questo minuscolo negozietto. La piccola bottega si trova in una stretta viuzza a lato della chiesa di Saint Sulpice. Eccovi l'indirizzo: Au Plat d'Etain - 16 rue Guisarde - 75006 Paris. Siamo nel quartiere di Saint Germain Des Pres. Nella piccola vetrina fanno bella mostra di loro diverse versioni di soldatidi di piombo napoleonici, medievali, etc. Entrando si potrebbe rimanere sorpresi dalle piccolissime dimensioni della bottega, dalle mura sghembe, dal soffitto basso; oppure se ne potrebbe rimanere affascinati e rapiti. Questo è quello che è successo a me. Alle pareti sono presenti diverse vetrinette ben illuminate con esposti soldati della seconda guerra mondiale, soldati dell'epoca di napoleone, etc.
Davvero una meraviglia. Non solo per quanto riguarda i soldatini, ma anche per il pezzo di storia che questa bottega rappresenta e che viene fuori in tutta la sua forza appena entrati.
Ovviamente non potevo andarmene senza una prova tangibile del mio passaggio in questo luogo. Ho gironzolato in lungo ed in largo da una vetrinetta all'altra per circa mezz'ora (mia moglie mi è testimone), ed alla fine, vista anche la passione per i mondi fantasy, ho optato per una cavaliere medievale, questo:








La statuetta mi è stata impacchettata in una piccola scatoletta di pregio, gommapiuma all'interno, resistente, con le specifiche del modello acquistato ed il produttore, e ad oggi fa bella mostra di sè nel mio angolo dedicato ai "soldatini". Il gestore, una signora di mezza età, con la quale è stato più che naturale iniziare a chiacchierare, nel mio maccheronico francese, ci ha raccontato che da principio alcuni dei modelli esposti li fondevano direttamente loro in Parigi, poi hanno dovuto trasferire la produzione fuori Parigi per un ordinanza municipale. All'inizio della storia di questa bottega, la stessa, produceva piatti cesellati con stagno, e poi con l'andare del tempo si è specializzata in soldatini.
Che posso dirvi...se siete appassionati o se non lo siete, vi consiglio una visita a questo straordinario pezzo di storia di Parigi.

Al prossimo incontro!
LoShAmAnO

2 commenti:

  1. ci vado... devo andare a Parigi la settimana prossima e penso farò una visitina...

    RispondiElimina
  2. Ottimo! Quando torni, fammi sapere le tue impressioni, ok? Ci conto! Buon viaggio!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...