mercoledì 27 marzo 2013

GIOCARE A D&D...

In questo post parliamo di D&D, abbreviazione per Dungeons and Dragons, il gioco di ruolo più famoso del mondo; e secondo la mia opinione, il più bel gioco a cui mi è capitato di giocare.
Ci sarà un motivo se è dall'estare di terza media (correva l'anno 1992 quando conobbì questo gioco) che continuo a giocare, in maniera più o meno continua.

 Da quel 1992 sono uscite molte e diverse versioni di D&D, ma io sono rimasto a quella che giocammo quell'estate: la famosissima versione "D&D scatola rossa". La chiamo così anche se la scatola rossa vera e propria conteneva solo le regole BASE (personaggi dal livello 1 al livello 3), la scatola blu conteneva le regole EXPERT (personaggi dal livello 4 al livello 14), la scatola verde mare conteneva il regolamento COMPANION (personaggi dal livello 15 al livello 25) ed infine la scatola nera conteneva il regolamento MASTER (personaggi dal livello 26 al 36). C'erano poi fotocopie che avevamo trovato non mi ricordo più dove, di un manuale IMMORTAL, per i personaggi che volevano accedere all'immortalità.
Questo era per dirvi a quale versione del regolamento del gioco faccio riferimento quando parlo di D&D. Per me D&D è questo, una versione del gioco meno dettagliata, ed in alcuni casi poco attinente con la realtà; sarebbe più corretto che con questa versione non sempre è facile ricreare situazioni reali (ovviamente con le versioni successive è molto più facile, o meglio ci sono le regole per gestire la cosa). Con questo regolamento, sicuramente non ci si perde in scartabellamento di tabelle o sottoregole che gestiscono il caso particolare. La trovo una versione molto più giocabile, dove contano molto di più la fantasia e la voglia di divertirsi piuttosto che i tecnicismi.

Qualche anno orsono, non riuscendo a dare continuità alle partite di D&D con gli amici, ho trovato al gioco via e-mail. Sicuramente diverso rispetto ad una bella serata intorno al tavolo, ma che mantiene le atmosfere e le dinamiche di gioco del D&D del 1992. Mi sono unitò alla communità di Dragonlands dove ho iniziato un primo personaggio, Morgon, un bardo, mezzelfo, che adesso andrò a presentarvi:


Nome Pg: Morgon                   Età: 50 (fino a 2 volte quella di un umano)
Sesso: Maschio                       Altezza: 175 (femmine 145-175, maschi 150-180)
Capelli: Neri                            Peso: 73 kg
Occhi: Neri come la notte        Segni particolari: alcuni tatuaggi (rune elfiche)
Classe: Bardo                         Allineamento: Buono
Razza: Mezzelfo                     Divinità: Nessuna     

Livello: 3                 
Px attuali: 14.400                  Px livello successivo: 16.400

Caratteristica                Punteggio   Bonus

Forza                                9       0          (Influenza Tiro per Colpire armi corpo a corpo ed Ingombro)
Destrezza (minimo 9)              13       +1          (Influenza Tiro per Colpire armi da lancio e Classe Armatura)
Costituzione                               9       0          (Punti ferita Aggiuntivi X livello)
Intelligenza (minimo 13)             13       +1          (Incantesimi dei Maghi e Lingue)
Saggezza                                   9       0          (Influenza Tiro Salvezza vs Incantesimi e Incantesimi dei Chierici)
Carisma (minimo 9)                   13       +1          (Influenza le reazioni)

Carattere :
-----------
Morgon è un tipo riservato e serio, un poco timido anche quando, per guadagnarsi da vivere, deve esibirsi narrando antiche leggende o cantando antiche canzoni. Sempre molto pensieroso , ha sempre l'aria corrucciata. Ama la vita all'aria aperta e le passeggiate sotto la pioggia. Non considera  molto interessante il denaro ma è sempre alla ricerca di antichi manuali, libri, pergamene od oggetti che raccontino qualcosa dell'antica storia.

Storia :
--------
Nato a Riflian, Morgon fin da piccolo manifesta un particolare interesse per la  lettura e per le storie. Passava molto tempo nella locanda del villaggio dove  i molti mercanti si fermavano e raccontavano vicende fantastiche e reali che erano accadute loro.Spesse volte accompagnava il padre e si fermava con lui al villaggio fino a tarda sera e poi quando tornava a casa rimaneva sveglio fino a tarda notte a scrivere e a continuare a fantasticare su quello che aveva sentito. Quando raggiunse la maggiore età, e la sua curiosità tipicamente elfica iniziò a manifestarsi decise che era arrivato il momento di allargare i propri orizzonti, le storie dei mercanti non gli bastavano più, voleva conoscere di più...un bel giorno salutò tutti, e partì per La Soglia. Lì si trovò un lavoro alla biblioteca della città e portò avanti la sua passione  per le antiche storie e leggende...si documentò molto...ma non gli bastava... nonostante passasse molto tempo nelle taverne, e nonostante cercasse di parlare con tutti i mercanti, avventurieri e ogni sorta di viandante, decise allora che il modo migliore per scoprire altro materiale al fine di salvaguardarlo era quello di mettersi in cammino e cercarlo di persona...aveva deciso...era  arrivato il momento per il giovane Morgon di scoprire il mondo.

Aspetto :
---------
Capelli neri come la notte raccolti in una lunga coda con un nastro colorato. Occhi scuro come il cielo notturno. Il volto è sporcato da una  sottile barbetta. Fisico asciutto e longilineo. Tende sempre ad indossare abiti lunghi per coprire i tatuaggi che porta sul corpo (per lo più rune elfiche). Il suo passo leggero rivela la sua discendenza elfica, ma il suo  aspetto non nasconde la sua parte di sangue umana. Appesa alla cintura, quasi sempre nascosta dal mantello, c'è la sua spada corta. Appesa alla cintura, dalla parte opposta alla spada, fa bella mostra di se un flauto intagliato in  legno, con disegni elfici sulla sua superficie.

Con questo personaggio partecipo alle avventure nella campagna 01.


Poi mi sono unito anche alla campagna 03 dove gioco invece un mago pazzerello che parla con Gyx, un piccolo animale che vede soltanto lui.

Nome Pg: Samael                   Età: 60  (fino a 2 volte quella di un umano)
Sesso: M                              Altezza: 175  (femmine 145-175, maschi 150-180)
Capelli: Neri                          Peso: 70 kg
Occhi: Scuri                         Segni particolari: una cicatrice sul braccio destro
Classe: Mago                        Allineamento: Buono
Razza: Mezzelfo                    Divinità: -     

Livello: 3                 
Px attuali: 6401                      Px livello successivo: 8800

Caratteristica         Punteggio   Bonus

Forza                               9       -          (Influenza Tiro per Colpire armi corpo a corpo ed Ingombro)
Destrezza                        10       -          (Influenza Tiro per Colpire armi da lancio e Classe Armatura)
Costituzione                    13       +1          (Punti ferita Aggiuntivi X livello)
Intelligenza                      16       +2          (Incantesimi dei Maghi e Lingue)
Saggezza                      9       -          (Influenza Tiro Salvezza vs Incantesimi e Incantesimi dei Chierici)
Carisma                             9       -          (Influenza le reazioni)

Carattere :
-----------
Amante della vita in generale, delle cose belle, ma anche della solitudine, non disdegna però la compagnia con le persone. Le sue lunghe passeggiate in solitaria lo hanno reso a volte strano (capita a volte che parli con un animale immaginario che crede accompagni il suo cammino). Non ha una casa e non ha una meta, o meglio la sua vera meta è il poter camminare, conoscere il mondo, e crescere come mezzelfo piuttoto che come avventuriero.

Storia :
--------
La sua storia inizia qualche anno addietro, in una notte di temporale (strano per la regione degli emirati di Ylaruam), in un piccolo boschettto nei pressi di kuznetz. Prima di questo momento, il buio totale. Il primo ricordo è quello della sua faccia bagnata dalla pioggia, alle spalle e attorno a lui la devastazione di un albero incenerito, e il terreno bruciato nonostante la pioggia. Un fulmine caduto a poca distanza da dove si trovava lui. Indosso tutto quello che possiede, qualche moneta, un bastone, uno zaino, un pugnale e uan fionda.
Il secondo ricordo è quell'animaletto del deserto...una specie di scoiattolo che vive tipicamente in tane sottoterra, che lo osserva...lui osserva lo scoiattolo...l'animale si avvicina timido e impaurito...continua
ad avvicinarsi...piano piano...ed entra nella borsa che Samael ha appesa alla cintura. E da allora è ancora lì (ma solo nella sua testa).
Poco dopo che l'animaletto si era rintanato nella sua tasca, Samael sentì una voce provenire da lì dentro "SAmael...aiutami!", per nulla sorpreso di quello che stava  succedendo, infilò le mani dentro la tasca e ne tirò fuori l'animaletto, accarezzandone la testolina. Se qualcuno fosse stato lì in quel momento avrebbe visto Samael accarez zare il nulla più assoluto. "Dimmi piccola creatura!"..."Il mio nome è Gix, e loro mi hanno inseguito per uccidermi...aiutami!" "Certo Gix...non ti preoccupare, ti proteggerò io da loro, ti proteggerò a costo della mia vita, mio piccolo  amico e compagno...meglio non rimanere qui...meglio muoversi e nascondersi!"
Da allora si è messo in marcia...cammina e gira il mondo...non sentendo la mancanza del suo passato che non ricorda, ma con una voglia di conoscere il mondo insieme al  suo nuovo amico, quello che lui crede essere un portavoce della foresta e del suo popolo...con il quale ogni tanto si consulta prima di prendere delle decisioni.
Prima della fatidica notte, Morgon era un mezzelfo della campagna di Riflian come tanti altri; dove ha vissuto tanto nella foresta e ne ha imparato i segreti.  Padre umano madre elfa; Morgon cresce come tutti i giovani mezzelfi della comunità, giocando con gli animali delle fattoria dei suoi genitori, e facendo visita alla taverna del villaggio per accompagnare il padre nei giorni di mercato, finchè non si manifestarono le sue qualità magiche, che da quel momento iniziò a coltivare e a studiare. La notte dell'incidente era così lontano da casa perchè era stato mandato ad accompagnare la  comitiva di mercanti che andava a comprare le preziose stoffe degli emirati di Yalaruam.

Aspetto :
---------
Mezzelfo con un viso giovanile e gioviale. Occhi scuri,vispi e curiosi sempre in movimento. Viso leggermente sporcato da un accenno di barba. Una vistosa bruciatura sul braccio sinistro a ricordo della notte in cui il fulmine gli cadde vicino. Capelli lunghi e neri incorniciano il suo viso. I suoi abiti sono quelli tipici degli emirati dove da dopo l'incidente iniziò a girovagare. Un grosso mantello lo avvolge ed una specie di turbante gli avvolge il viso. Tipicamente lo lascia aperto quando non è in combattimento. Quando è in combattimento tende ad avvolgere il suo volto nel panno nero che normalmente porta calato sulle spalle. Un semplice bastone nodoso ed una fionda appesa al fianco sono
le armi che gli si possono vedere indosso.


Ed infine gioco un personaggio mago che si chiama Morgon, nella campagna che gestisco anche come Master su questo blog. Questo personaggio è proprio come il mago che giocai nel 1992 e che portai fino al 25 livello.

Nome Pg: Morgon                   Età: 35
Sesso: Maschio                       Altezza: 1,85
Capelli: Lunghi e neri               Peso: 73
Occhi: Neri                            Segni particolari:
Classe: Mago                         Allineamento: Legale
Divinità: -     

Livello: 1              Bonus: +10%     
Px attuali: 275                      Px livello successivo: 2.500   

Caratteristica         Punteggio   Bonus
Forza                            9       /          (Influenza Tiro per Colpire armi corpo a corpo ed Ingombro)
Destrezza                     18       +3          (Influenza Tiro per Colpire armi da lancio e Classe Armatura)
Costituzione                   9       /          (Punti ferita Aggiuntivi X livello)
Intelligenza                   18       +3          (Incantesimi dei Maghi e Lingue)
Saggezza                   9       /          (Influenza Tiro Salvezza vs Incantesimi e Incantesimi dei Chierici)
Carisma                         4       -2          (Influenza le reazioni)

Carattere :
-----------
Schivo e taciturno, ama poco la compagnia di altri (a parte i suoi unici due amici, Pikel ed Hengist), con difficoltà frequenta le taverne e le grandi città. Decisamente più a suo agio quando è solo, o quando si trova nelle regioni selvagge. Vive la magia come un dono ed ama tutto quelo che con essa ha a che fare. Il suo sogno? Sconfiggere e addomesticare un drago rosso.

Storia :
--------
I poteri di Morgon si sono presentati presto, già in tenera età combinava guai a tutto spiano ed a volte non sapendo come. I suoi sogni da bambino erano sempre inerenti a draghi e grandi vortici di magia.
I suoi genitori, semplici contadini, ma dal cervello fino, capirono subito che qualcosa di affine alla magia era presente in loro figlio. Non sbagliarono di molto. Lo condussero da quello che sarebbe diventato il suo maestro, Midgard...da allora non si sono più rivisti.

Aspetto :
---------
Capelli lunghi e neri avvolgono un viso leggermente sporcato da un accenno di barba. Occhi neri e vispi curiosano sempre in giro. Quasi sempre porta il cappuccio della tunica sulla testa. Dice che lo aiuta a pensare. Magro e agile, la sua figura è avvolta da una tunica scura ed un mantello marrone, ideale per nascondersi nella vegetazione. Caratteristica la sua pipa, a forma di drago, scolpita nel legno. L'accende tutte le volte che può.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...